Sacchetti in plastica non biodegradabili al bando anche in Spagna

Divieto di vendita di sacchetti di plastica anche in Spagna
Anche la Spagna ha deciso di vietare progressivamente l'uso dei sacchetti di plastica non biodegradabili, il termine ultimo fissato dalla legge approvata il 28 luglio scorso è il 2018, ma la normativa prevede una sostituzione progressiva che dovrà portare alla sostituzione degli attuali sacchetti di plastica già nella misura dell’80% prima del fine del 2016.

In Italia, per una volta, possiamo dire di "essere avanti" avendo già vietato la vendita di questo tipo di sacchetti in favore di quelli prodotti con materiali biodegradabili o di quelli riutilizzabili in materiali come il cotone. Continua purtroppo a mancare una normativa europea che vieti del tutto questo inutile e inquinante accessorio per lo shopping, ad ogni modo la soddisfazione per la decisione presa dal parlamento spagnolo è espressa da Marco Versari, presidente di Assobioplastiche:

La Spagna compie un altro importante passo in avanti per la tutela dell’ambiente sulla scia dell’esperienza pilota italiana, confermando ancora una volta la sensibilità crescente in tutta Europa sui pesanti danni cagionati dall’abbandono delle buste in plastica non biodegradabile. L’auspicio è che anche le Istituzioni europee recepiscano questa lodevole tendenza e si attivino per formulare norme di analogo tenore applicabili a tutti i Membri dell’Unione.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: