Il CNR sperimenta case antisismiche a basso impatto per Haiti


Un nuovo prototipo di abitazione antisismica, economica e studiata per dare un nuovo impulso alla ricostruzione di Haiti, l'isola colpita dal drammatico terremoto del 12 gennaio 2010. Ricercatori italiani stanno collaborando con la Scuola Superiore di architettura di Grenoble per verificare la resistenza di abitazioni costruite con uno speciale telaio in legno e una muratura in pietra che dia la possibilità agli abitanti dell'isola di avere nuovamente case sicure, economiche ed ecocompatibili.

L'Invalsi, l'Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del CNR di San Michele all'Adige, sta effettuando in questi giorni le prove di resistenza sismica su una struttura ancora sperimentale. Lo spiega il direttore dell'Istituto Ario Ceccotti:

Finora non sono mai stati realizzati studi sul comportamento di strutture miste di questo tipo in caso di sisma: non esistono dati sperimentali né modelli a fortiori. I nostri test di misura delle prestazioni meccaniche saranno dunque la prima base scientifica per fornire gli strumenti tecnici con cui migliorare gli edifici esistenti e costruire quelli nuovi. Del resto il legno che noi studiamo è un materiale che rappresenta dei valori: è vivo, amico dell’ambiente e soprattutto sicuro. Che la nostra competenza si traduca in aiuto concreto per persone che hanno vissuto una catastrofe come quella di Haiti è un motivo di orgoglio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: