Francia, al via il Premio Pinocchio contro il greenwashing

in francia al via il premio pinocchio contro il greenwashing

Si chiudono il prossimo 17 novembre, in Francia, le votazioni per il Premio Pinocchio 2011. In gara le aziende che più si sono distinte per le peggiori bugie sull'ambiente, diritti umani e greenwashing.

Insomma, un premio a chi racconta o vende frottole sfruttando l'ambiente. Le categorie del premio sono tre: Plus vert que vert (più aspro che verde) , Mains sales, poches pleines (Mani sporche, tasche piene) e Une pour tous, tout pour moi (Uno per tutti, tutto per me). L'idea è dell'associazione Amis de la Terre che ha organizzato l'evento per il quarto anno consecutivo con il CRID (Centre de recherche et d'information pour le développement) che riunisce 54 associazioni di solidarietà internazionale.

E veniamo ai nominati tra cui scorgiamo Veolia e Société Générale. Nella categoria "Plus vert que vert" che premia l'impresa che ha presentato la campagna di comunicazione più falsa ci sono Veolia Eau, poi la BTP Vinci concessionaria dell'aeroporto Notre-Dame-des-Landes e l'Observatoire du Hors-Média che promuove l'uso sostenibile della carta. Per la categoria "Mains sales, poches pleines" che denuncia le aziende più di parte e opache c'è la Société Générale per i suoi finanziamenti all'industria nucleare mentre per la categoria "Une pour tous, tout pour moi", troviamo l'auto elettrica Bluecar di Bollorè poiché per ottenere il litio da usare nelle batterie si devasta l'ambiente.

Via | Bioaddict, Prix Pinocchio
Foto | Prix Pinocchio

  • shares
  • +1
  • Mail