I 101 geyser su una luna di Saturno

Scoperti su Encelado, l'acqua potrebbe arrivare dall'oceano nascosto sotto i ghiacchi.

Ci sono 101 geyser su Encelado, una delle lune di Saturno. Secondo le prime analisi, c'è la possibilità che attraverso di essi l'acqua liquida che si trova nell'oceano nascosto sotto i ghiacci raggiunga la superficie. La scoperta è stata pubblicata sull'Astronomical Journal e si deve ai dati raccolti dalla sonda Cassini, nata dalla collaborazione tra Nasa, Esa e Asi, l'agenzia spaziale italiana.

Encelado, una piccola luna ghiacciata, ha da tempo attirato l'attenzione degli astronomi per via delle strane fratture che si osservano sulla sua superficie, in particolare nella zona corrispondente al Polo Sud; da sette anni viene osservata, ma già nel 2005 si erano notati i primi geyser che portano in superficie particelle di ghiaccio e vapore acqueo. Ora la mappa è stata completata: i geyser in quell'area sono 101.

La sonda Cassini ha raccolto dati a partire dal 2010, localizzando i punti in cui la temperatura era particolarmente elevata. Si tratta di aree piccole, che si estendono per non più di una decina di metri e che si formano in seguito alla condensazione del vapore nelle fratture nello strato di ghiaccio, che ricordano le strisce di una tigre.

In queste formazioni di ghiaccio i ricercatori hanno potuto osservare il meccanismo che origina i geyser. Secondo Carolyn Porco, dello Space Science Institute di Boulder, "i nuovi dati indicano che questi geyser non sono un fenomeno che avviene in superficie, ma che ha le sue radici nella profondità del pianeta". In particolare, sono i dati sulla gravità a mostrare che la sorgente di materiale che poi va a formare i geyser viene dall'oceano che si trova sotto la superficie ghiacciata di Encelado.

encelado

  • shares
  • +1
  • Mail