Missione Groenlandia per un futuro pulito: il cortometraggio

Groelandia
Gestire i rifiuti in Groelandia e in Artico non è semplice e inizia a essere molto costoso. Per educare le nuove generazioni a riciclare è stato ideato dall'EEA - Agenzia europea dell'ambiente il cortometraggio Mission Greenland for a cleaner future (dopo il salto). L'idea è dimostrare come i piccoli sforzi di ogni singola persona possono fare una grande differenza nella gestione dei rifiuti e tutela dell'ambiente.

In Groenlandia giunge al riciclo solo il 25% dei rifiuti così l' EEA intende convincere in particolare le nuove generazioni della Groelandia e di tutta la regione artica a modificare i loro comportamenti. Il corto dura 12 minuti e è introdotto da Jacqueline McGlade Executive Director dell'EEA e Hon Anthon Frederiksen, ministro degli interni, natura e ambiente della Groenlandia.

Il Paese con il suo ambiente naturale duro e la popolazione dispersa richieste, per la gestione dei rifiuti soluzioni personalizzate: le enormi distanze e i costi hanno fatto sì che i rifiuti fossero gettati in discariche appena fuori i centri abitati dove rifiuti domestici sono mescolati con rifiuti pericolosi come batterie, vernici o prodotti chimici.

Tuttavia, ci sono anche alcune storie positive. Ad esempio, il 99% di tutte le bottiglie di plastica e vetro usate sulla costa occidentale della Groenlandia sono riciclate rendendo il Paese esempio per il resto del mondo. Il film considera questa complessa situazione, proponendo soluzioni che permettono ai groenlandesi gestire i rifiuti senza danneggiare il loro ambiente naturale.


Via | EEA
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail