Maltempo, la frana si ripete a Messina: tre i morti accertati

frana Messina

Il maltempo nel messinese ha fatto tre vittime, tra cui un bambino, e diversi feriti. La tragedia è stata provocata da una frana che ha travolto le abitazioni a Scarcelli, una frazione di Saponara. Bruno Manfrè, a capo della Protezione civile di Messina, ha spiegato:

Finora abbiamo recuperato solo il cadavere del bambino ma abbiamo già individuato i corpi delle altre due vittime, un uomo di 55 anni e un ragazzo di 25, padre e figlio, i cui cadaveri stanno per essere recuperati.

Oggi le scuole resteranno chiuse su disposizione del sindaco, che invita la cittadinanza a non uscire di casa. A preoccupare in queste ore è anche la situazione in Calabria: ieri sera a Catanzaro un ponte è crollato subito dopo il passaggio di un treno. È successo nel tratto ferroviario tra Feroleto e Marcellinara. Il treno è deragliato, fortunatamente senza fare vittime tra i 21 passeggeri. A fare un morto nel catanzarese, sempre nella giornata di ieri, è stato il crollo di un muro di contenimento.

La prefettura di Catanzaro ha chiesto alla popolazione di non uscire: non è il caso di mettersi in viaggio, hanno detto, la gente resti a casa, in luoghi sicuri. Ma dopo la frana che ha travolto le abitazioni a Messina, anche le case non sembrano poi luoghi così sicuri e la paura tra la popolazione è tanta.

Quello che vedete nella foto è il salvataggio di una famiglia, effettuato dai Vigili del Fuoco a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. Dopo il salto il video dei fiumi di fango che hanno travolto le strade nel messinese.

Foto | Vigili del fuoco Messina

  • shares
  • Mail