Breve guida all'illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

Scritto da: -

Lampade a fluorescenza compatta con differenti temperature

Dopo aver analizzato i criteri che ci consentono di avere un’illuminazione efficiente e dunque a basse emissioni di CO2 e con considerevole risparmio sulla bolletta energetica, passo ad analizzare le caratteristiche dei nuovi tipi di lampadine con i criteri per ottimizzare risparmi e emissioni.

Facciamo innanzitutto due brevi considerazioni:

  • L’illuminazione domestica ha un peso rilevante sui consumi energetici: la quota annua di energia elettrica consumata in Italia è superiore a 7 miliardi di chilowattora, corrispondente a circa il 13 % del consumo totale di energia elettrica nel settore domestico e l’80% dell’illuminazione è obsoleta e non efficiente.
  • I Paesi membri dell’Unione Europea, per ridurre impatto ambientale e consumo energetico, nel 2009 hanno messo al bando progressivamente i prodotti meno efficienti, imponendo il rispetto delle classi di efficienza energetica A, B e C, ove le vecchie lampadine a incandescenza sono classificate come D, E o F.

Uno dei parametri più importanti, nella scelta delle lampade a basso consumo è l’efficienza luminosa che è si esprime in lumen/watt: il parametro definito dal rapporto tra il flusso luminoso emesso (in lumen) e la potenza elettrica assorbita (in watt). Questo parametro definisce il rendimento e di seguito i consumi energetici. Ad esempio, le vecchie lampade ad incandescenza, le più diffuse nel civile hanno una bassissima efficienza: una lampadina da 150 watt emette circa 2.000 lumen, ovvero 2.000:150 = 13 lumen per ogni watt assorbito.

Dopo il salto i valori e l’analisi delle diverse lampadine.

Osserviamo i seguenti valori:

Tabella efficienza luminosa

Le lampade fluorescenti sono caratterizzate da un’alta efficienza luminosa e si dividono in tubolari e compatte e hanno una buona resa cromatica . Contengono piccole quantità di mercurio e per questo vanno smaltite con la raccolta differenziata.

Le lampade tubolari hanno un’efficienza luminosa che varia da 50 a 120 lumen/Watt, una vita media che varia da 10.000 a 24.000 ore e sono indicate per un’illuminazione prolungata. Il risparmio energetico è mediamente quello del 75% rispetto alle vecchie lampade ma è necessario un alimentatore poiché non sono direttamente collegabili alla rete elettrica.

Le lampade a fluorescenza compatte hanno un’efficienza luminosa da 50 a 75 lumen/watt e consentono di ridurre circa il 70% dei consumi di energia elettrica rispetto a quelle ad incandescenza con flusso luminoso pari (una da 20-25 watt ne sostituisce una da 100 watt). Hanno una durata che varia da 6.000 a 15.000 ore, a seconda del tipo e dell’uso, e rispettano le classi energetiche A e B. Sul mercato le possiamo trovare in varie forme e misura e rispondono alle esigenze sia in ambito domestico sia in ambito professionale.

Le lampade alogene, dal punto di vista ambientale contribuiscono all’abbattimento delle emissioni del gas serra: possiedono una buona efficienza luminosa (15-25 lumen/watt), consumano il 30% -50%, in meno rispetto alle lampadine tradizionali e hanno una vita media intorno alle 2.000 ore. I requisiti che soddisfano sono quelli delle classi di efficienza D, C e B ed emettono una luce bianca, con un’ottima resa dei colori. Ve ne sono di due tipi: a bassissima tensione, che richiedono un trasformatore, e a tensione in rete, che possono essere installate direttamente.

Le lampade ai vapori di sodio hanno un’elevata efficienza luminosa e vi sono quelle ad alta pressione possiedono un’efficienza luminosa di 70-150 lumen/watt e una vita media di 12.000-20.000 ore, e quelle a bassa pressione, che hanno un’efficienza maggiore, 125-200 lumen/watt. Entrambe sono impiegate soprattutto per l’illuminazione stradale e danno economicità in fase di esercizio, in cui, però, non è richiesta alcuna qualità alla luce emessa.

Nel settore per esterni (ad esempio la luce dei semafori) ed interni si stanno diffondendo sempre più l’utilizzo dei LED (Light-Emitting Diodes, diodi ad emissione di luce), per via della loro elevata efficienza luminosa, di durabilità e di risparmio energetico. La loro efficienza è pari alle lampade fluorescenti compatte, 50-60 lumen/watt (120 lumen/watt per quelli di ultima generazione ), ma hanno una durata maggiore (fino a 100.000 ore). Inoltre non contengono né mercurio né piombo e possono essere smaltite tra i rifiuti indifferenziati.

Sottolineo tuttavia che questa tecnologia del futuro è ancora costosa e non illumina intensamente un ambiente, oltre al fatto che il Ministero della Salute ha valutato la questione dei possibili rischi derivanti dal loro utilizzo, con la conseguente volontà di sostenere un approfondimento tecnico-regolamentare : l’ideazione di sistemi che non permettano la visione diretta del fascio luminoso emesso dai Led per evitare l’abbagliamento e i controlli degli apparecchi immessi sul mercato.

Foto | Filckr

Vota l'articolo:
3.86 su 5.00 basato su 44 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Breve guida all'illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by: go-seo

    le lampadine a LED sono perfette per l'uso nel bagno di casa. Fanno una luce un po' strana ma consumano pochissimo, durano molto e non hanno problemi col frequente "accendi-spegni". Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Breve guida all'illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by:

    articolo incompleto. non cita le idruri e non parla della QUALITA' della luce. Le idruri sono usate nei negozi, allo stadio (riprese video dice niente) e in una versione bimodale sulle auto. Le FL compatte sono spesso dei bidoni se comprate nei superipermega. le LED non fanno una luce strana, non se le comprate per illuminazione. Quelli bluetti sono spesso led per segnalazione e consumano il triplo dei led per illuminazione. . Giustamente, per la prima volta, fate notare che i LED consumano di piu' delle FL compatte, molto di piu' delle lineari e, aggiungo, molto di piu' delle idruri. . Quello che non dite e' che oltre a consumare quasi il doppio di una FL lineare da 58W tld master 9 che con lampada e plafoniera costa 20E una (serie di) lampada a LED costa circa 250E. Scusate se e' poco. La qualita' di luce si misura con i Ra, una buona lampada dovrebbe superare 85. Alcune lampade lerounmerdun o ikedon non arrivano a 50Ra come le lampade colore 33 trifosforo che non si mettevano neppure nei magazzini. Mangiamo il salame verde. Le lampade al sodio gialline sono una s_ega mentale se si parla di illuminazione in casa. Per la durata le led in ambiente domestico non hanno una durata molto diversa dalle FL: una FL lineare non solo consuma MOLTO meno ma alimentata con un elettronico (obbligatorio con le LED) rasenta le 20.000 ore e cambiarla costa 7E. 20.000 ore 3 ore al giorno, agosto e festivi compresi, sono 18 anni. . <a href='http://allarovescia.blogspot.com/2008/04/lampde-tipologie.html' rel='nofollow'>http://allarovescia.blogspot.com/2008/04/lampde-tipologie.html</a> <a href='http://allarovescia.blogspot.com/2009/12/led-led-led.html' rel='nofollow'>http://allarovescia.blogspot.com/2009/12/led-led-led.html</a> --- Blacklisted word: merd Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Breve guida all&#039;illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by:

    Articolo incompleto non dite che le FL compatte dei superiper spesso sono dei bidoni da Ra ridicoli e il salame sara' verde. non parlate delle idruri usate negli stadi, negozi e in una versione bimodale nelle auto. parlate delle sodio gialline, maddai! Bisogna dare atto che, per la prima volta, dite che le LED hanno una pessima efficienza energetica ma continuate a parlare di durata. una FL lineare philips 58W tld9 che con plafoniera e' intorno ai 20E dura la bellezza di 15.000 ore rasentando i 20.000 se alimentata con un elettronico da altre 20E (obbligatorio con le led) sono 18 anni 3 ore al giorno e la lampada costa 7E! In gruppo di LED equivalenti costa 250E. Anche durasse 200 anni con quello che consuma in piu' mi compro tutte le FL della citta'! In oltre Le LED, come le FL compatte, se comprate al superipermega cittadelsalume leroy-killer spesso sino cose di bassa durata e qualita' degne di un magazzino polveroso degli anni 70: trifosforo da spender poco. Con le LED malfatte il salame sara' BLU! Le led da segnalazione consumano il quadruplo e costano un centesimo rispetto a quelle a pompa di fotoni. <a href='http://allarovescia.blogspot.com/2009/12/led-led-led.html' rel='nofollow'>http://allarovescia.blogspot.com/2009/12/led-led-led.html</a> <a href='http://allarovescia.blogspot.com/2008/04/lampde-tipologie.html' rel='nofollow'>http://allarovescia.blogspot.com/2008/04/lampde-tipologie.html</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Breve guida all&#039;illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by:

    Quando vi appare di risparmiare non e' necessariamente la cosa giusta. Le lampade spot light dovrebbero essere le migliori. Una sola lampada di 80watts accesa per ore puo aumentare di alcuni gradi la tempeatura di un piccolo appartamento bene isolato. La lampada produce un calore di 27 gradi ad 1cm di distanza dal faretto e produce un aumento di temperatura di 3 gradi a 20cm dal faretto misurati con una temperatura ambiente di 14 gradi celsius. Forse il Dio che ha fatto il faretto pensava meglio del Dio del risparmio. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Breve guida all&#039;illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by:

    Quando vi appare di risparmiare non e' necessariamente la cosa giusta. Le lampade spot light dovrebbero essere le migliori. Una sola lampada di 80watts accesa per ore puo aumentare di alcuni gradi la tempeatura di un piccolo appartamento bene isolato. La lampada produce un calore di 27 gradi ad 1cm di distanza dal faretto e produce un aumento di temperatura di 3 gradi a 20cm dal faretto misurati con una temperatura ambiente di 14 gradi celsius. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Breve guida all&#039;illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by: unoconlemaniintasca

    mancano le lampade al plasma: efficenza: 140lumen/w (doppio rispetto ai migliori LED per illuminazione) durata: piu di un led l'unico neo e' che hanno bisogno di un'eccitazione con campo magnetico (microonde), quindi il loro costo e' decisamente elevato. vanno dai 250W ai 30.000W, ma si sta' cercando di farle anche da meno di 20W (contando che il bulbo da 250W e' grande meno di un'alogena da 12V e 20w, quelle delle lampadine da scrivania). generalmente i LED commerciali sono tra' 30 e 60W/lumen, ma ci sono gia' in laboratori di ricerca LED per illuminazione da 300W/lumen. e come si diceva, e' importante anche la banda passante della radiazione luminosa emessa e soprattutto dov'e' posta… avere una banda passante piccola a 9000°K significa vedere luce quasi blu, quasi inutile per l'illuminazione domestica. il warm white, la luce piu' indicata per l'illuminazione domestica, ha una banda passante molto ampia (o meglio, per i LED, fonde il blu il giallo ed il verde in rapporti piu' efficaci per ottenere quel colore), e sta' sui 3500°K, piu' o meno come il colore di una lampada ad incandescenza da 100W, ma l'efficenza dei LED warm white e' molto inferiore ai 70w/lumen; e' piu' sui 40, ossia quasi la meta' di una lampada a tubo fluorescente, oltre al fatto che un LED ha bisogno di un controller e di un trasformatore di tensione, che non hanno rendimenti altissimi. il vero spreco e' l'illuminazione artificiale di giorno… imparassero a costruire meglio case ed uffici, non ci sarebbe necessita' di usare corrente per illuminare nelle ore diurne. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Breve guida all&#039;illuminazione efficiente: lampade a risparmio energetico

    Posted by: ezio1990

    Bell'articolo , ma passare al led sarebbe la scelta ideale. vi propongo un sito che si occupa di vendita di lampade a led: <a href='http://www.doritaly.it' rel='nofollow'>www.doritaly.it</a> Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.