Fagioli a basso effetto serra?

legumi e flatulenzeI legumi sono una ottima fonte di proteine, abbassano il colesterolo cattivo e costano poco, ma mangiare legumi produce flatulenza. La flatulenza contiene (oltre ad altre, socialmente sgradevoli, componenti aromatiche a base di zolfo) metano e anidiride carbonica, che contribuiscono a peggiorare l'effetto serra.

La maggior parte del gas emessi è aria (inodore) ingerita ed espulsa tale e quale, mentre la componente odorosa deriva dai processi digestivi. Nel caso dei legumi sono degli oligosaccaridi a fermentare nell'intestino.

Per fortuna, un paio di ricercatori che hanno indagato il problema scientificamente (non voglio sapere come!) hanno scoperto che due ceppi batterici (Lactobacillus casei e Lactobacillus plantarum) sono in grado di far prefermentare i fagioli. Se questo processo avviene prima di ingerire i fagioli, se ne riduce l'effetto flatulente.

Adesso vorrei solo che la prossima ricerca ci dicesse se il processo di prefermentare i fagioli riduce o no la quantità di gas serra emessi. Emetterli di persona o farli emettere in laboratorio non cambia l'impatto ambientale del fatto (anche se potrebbe essere socialmente preferibile far emettere i gas altrove...).

Chi mangia spesso legumi sviluppa una flora batterica capace di digerirli meglio. Per chi inizia, un trucco per ridurre la flatulenza è quello di abbinare ai fagioli mele, patate, té verde e melanzane. Ai più pigri potrebbe bastare un caffé.

» Abstract sul Journal of the Science of Food and Agriculture

» Flatulenze nella wikipedia

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: