Regali di Natale solidali: lusso e creatività dall'eco-design del rifiuto

Spiral foundation

Dalla partnership tra Gilli e Spiral Foundation è nata una nuova filosofia etica del lusso unito al valore della solidarietà e al rispetto dell'ambiente, segnando l'instaurarsi di una collaborazione tra la creatività progettuale del “rifiuto” e il recupero della dignità dell’individuo.

Gilli è una famosa griffe italiana, guidata da Giulia Ligresti, con una linea di borse ed accessori in pelle, mentre
Spiral Foundation (qui la loro pagina Fb) è un'organizzazione umanitaria non-profit che segue progetti sostenibili aiutando i giovani svantaggiati delle comunità mondiali rurali, le minoranze etniche e le donne in circostanze particolari, con l'intenzione di generare un processo economico autosufficiente, rigenerando le competenze e il know how che si trova sull'orlo dell'estinzione.

Spiral Foundation oggetti eco-friendly

Spiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendlySpiral Foundation oggetti eco-friendly

Ed ecco il nuovo progetto: spazi dedicati all'interno dei negozi di Gilli, a Milano e Torino, che esibiscono accessori di moda reinterpretati con i materiali di scarto: borse, pochette, bracciali e shopping, cuciti a mano dai giovani artigiani del Vietnam e del Nepal, venduti a prezzi accessibili da tutti.

L'attività di Spiral Foundation non si ferma qui. Il suo motto è “Cosa lega un sacchetto di plastica e un intervento a cuore aperto su un bambino?":

Una catena di mani che hanno raccolto lo scarto e lo hanno trasformato in un lavoro di artigianato. Lo hanno venduto e raccolto la somma per l'operazione. Una? No, già centinaia: questo è il fatturato di sorrisi di Spiral Foundation (Erri de Luca).

In semplici parole con il progetto Refugee scart, ad esempio, le strade vengono ripulite dalla plastica e i materiali vengono riciclati generando lavoro per i rifugiati. La plastica viene poi lavata, stirata a mano, tagliata e trasformata in tantissimi oggetti di uso quotidiano, come segnalibri, astucci, sottopiatti, stelle di natale, bracciali e collane, in una miriade di colori e forme.

Il ricavato delle vendite, oltre a generare reddito per chi vi lavora, viene impiegato dalla Spiral Foundation per permettere ai bambini affetti da malattie cardiache o da neoplasie, di affrontare economicamente le operazioni chirurgiche. Alcuni dei numerosissimi testimonials e sostenitori dei progetti di Spiral Foundation sono Penelope Cruz, Nicole Kidman, Violante Placido, George Clooney, Maria Grazie Cucinotta, Angelina Jolie, Ornella Muti, Will Smith, Steven Speilberg e Woody Allen.

Foto | Spiral Foundation, SP su Fb

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: