Il nuovo governatore della Pennsylvania ha vietato il fracking in foreste e parchi pubblici

Ora non sara' piu' possibile cercare gas e petrolio sotto alle foreste demaniali, nemmeno trivellando da terre private confinanti. Un brutto colpo per l'industria del fracking.

Il nuovo governatore della Pennsylvania, il democratico Tom Wolf, ha firmato un ordine esecutivo per vietare il fracking su tutte le foreste e i parchi pubblici. In questo modo ha iniziato a rovesciare la politica pro-fracking del suo predecessore, il repubblicano Corbett.

Fino ad ora le compagnie potevano usare il fracking su terre pubbliche a patto che trivellassero orizzontalmente da terre private confinanti. Ora questo non e' piu' possibile.

Ben due terzi delle foreste pubbliche della Pennsylvania sono situate sopra al giacimento Marcellus Shale; si comprende quindi bene quanto fosse grande il rischio di inquinamento e devastazione delle risorse boschive e quale enorme affare abbiano visto sfumare i petrolieri.

Il fracking ha portato occupazione nello stato, ma anche enormi problemi ambientali e per la salute, dal metano nell'acqua potabile e nelle urine, ai gravi danni all'industria casearia, alle migliaia di violazioni di sicurezza. E' da notare che in Pennsylvania tuttora non esiste alcun registro epidemiologico dei problemi di salute legati alle trivellazioni.

Wolf e' su posizioni piu' moderate rispetto a Cuomo, governatore di New York, che nel dicemebre scorso ha vietato tout court il fracking in tutto lo stato. Sta pero' rendendo piu' difficile l'attivita' di fracking, anche con la proposta di alzare le tasse per le concessioni, in modo da poter finanziare l'educazione pubblica.

Tom wolf

  • shares
  • Mail