Clini, no al passaggio delle navi da crociera nel bacino San Marco a Venezia

nave crociera venezia

Dopo il terribile naufragio della Costa Concordia, il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini, attivatosi per gestire un eventuale disastro ambientale all'Isola del Giglio, chiede di rivedere la consuetudine del passaggio delle grandi navi in aree sensibili dal punto di vista ambientale.

Non si possono considerare queste città galleggianti alla stregua di semplici vaporetti, fa giustamente notare Clini. I rischi, in caso di incidente, sono troppo alti per luoghi di così alto pregio sul fronte paesaggistico e della biodiversità.

Clini pensa ad esempio ad un percorso alternativo in laguna per le navi da crociera che passano davanti a Piazza San Marco, a Venezia. Spiega Clini:

Questi condomini galleggianti stanno diventando un problema ambientale serio. Poco tempo fa ero già intervenuto sulla questione molto meno pericolosa del passaggio delle navi in bacino San Marco: credo che dobbiamo intervenire rapidamente e decisamente per evitare che queste grandi navi, che sapete non sono dotate di doppio scafo, possano entrare in zone troppo delicate per correre dei rischi. Ci siamo confrontati con il ministro Passera per coordinare le iniziative.

Via | Nuova Venezia
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.20 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO