Il tifone Noul mette in ginocchio le Filippine

3500 persone evacuate, 2 morti, danni per milioni: è fuga dalle coste Filippine

Il violento tifone Noul ha colpito il nordest delle Filippine ha ucciso almeno due persone e costretto circa 3.500 persone a lasciare le loro case, soprattutto sulla costa e in montagna: la perturbazione si è poi attenuata dopo aver causato frane e smottamenti nella città costiera di Santa Ana, nella regione di Cagayan.

Le autorità hanno messo in guardia contro i rischi di alluvioni, frane e onde giganti: questa mattina ma si è rafforzato improvvisamente, con raffiche di vento fino a 220 chilometri orari, non appena si è avvicinato alla parte settentrionale dell'isola di Luzon.

Secondo le previsioni meteoweb questa mattina l’occhio del tifone era a 65 chilometri a nordest di Basco, con venti a 160 chilometri orari. Secondo le previsioni dovrebbe indebolirsi nelle prossime ore grazie a forti venti che stanno aprendo il fronte della perturbazione. Entro domani mattina dovrebbe lasciare le Filippine spostandosi verso il sud del Giappone.

(in aggiornamento)

Il tifone Noul mette in ginocchio le Filippine

Il tifone Noul mette in ginocchio le Filippine

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail