Piccole storie di vetro, un concorso per bambini scrittori del riciclo

concorso piccole storie vetro

Il vetro è igienico, versatile, riciclabile, mantiene intatte le proprietà dei cibi. Materiale creativo per eccellenza che ispirerà i bambini a scrivere "Piccole storie di vetro". Questo il nome del concorso lanciato da Assovetro, l'Associazione nazionale degli industriali del vetro, in collaborazione con CoReVe, il Consorzio per il recupero del vetro.

Il concorso è giunto alla sua quinta edizione e quest'anno vede coinvolto Stefano Benni. È lui infatti l'autore dell'incipit che dovrà ispirare ai bambini il resto della storia. Protagonista è

"una bella bottiglia di succo (d'arancia) che viveva con le sue amiche sul ricco scaffale di un supermercato…''.

Gli scrittori in erba potranno scrivere un massimo di 30 mila battute e dovranno corredare il racconto di una copertina. Ogni mese, a partire da febbraio e fino ad aprile, verranno premiate le prime dieci classi che spediranno degli elaborati. I racconti più belli verranno pubblicati su un portale dedicato, www.glasstellers.com.

Il concorso Piccole storie di vetro rientra in un programma di educazione ambientale più ampio che mira ad insegnare teoricamente e praticamente il riciclo e la raccolta differenziata ai bambini. Come ha sottolineato Giuseppe Pastorino, Presidente della sezione contenitori di Assovetro:

Il concorso vuole promuovere negli studenti una riflessione sul valore e la necessità di attenzione e cura per l'ambiente: la buona educazione ambientale si impara proprio sui banchi di scuola. Sono convinto inoltre che investire sui giovani significa fare un investimento sul futuro: un futuro sostenibile.

E come non essere d'accordo.

Via | Assovetro

  • shares
  • Mail