Neve, dopo il Burian arriva il Blizard: bufere di neve in arrivo

blizard

Un paio di giorni di tregua dal gelo e ecco che tra poche ore, tra stanotte e domani mattina, la temperatura tornerà a calare vertiginosamente. Leggo in ogni dove, sul web natutalmente, che sulla nostra Penisola si presenterà il Blizard. Ho cercato di capire cosa fosse non avendolo mai sentito nominare: dunque è una tempesta di neve piuttosto intensa. La descrive così Meteoweb:

La precipitazione nevosa più violenta possibile, ancor peggio delle tempeste di ghiaccio. Si tratta di una forte bufera di neve con venti superiori ai 56km/h, temperature abbondantemente sotto lo zero (almeno sotto i -5°C al suolo) e precipitazione nevosa intensa. Durante i blizzard, la neve non cade al suolo in modo verticale ma molto spesso è spostata dal vento, e gli accumuli risultano prettamente eolici, con zone completamente spoglie di neve e, altrove, cumuli di diverse decine di centimetri.

E' atteso sulla pianura Padana dove si è manifestato l'ultima volta il 13 dicembre 2001. Dunque prima arriverà il Burian, ossia il vento gelido che abbiamo conosciuto nei giorni scorsi, l'antipasto diciamo così a cui seguirà il piatto forte della bufera di neve: si parte da Trieste per scendere gradualmente su tutta la Penisola. Il maltempo è previsto fino al 15 febbraio e ciò a causa di una goccia fredda di origine Siberiana che si è presentata a casa nostra nel 1929, 1956 e 1985. Qui trovate le previsioni per i prossimi giorni: evitate di uscire di case se non è strettamente necessario e aspettiamo che passi la bufera.

Via | Meteoweb
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: