Tempo da lupi in Italia

lupi

Freddo, gelo e tempeste di neve imperversano sulla penisola e anche i lupi fanno la loro comparsa avvicinandosi ai centri abitati. O almeno così sembra dalle numerose segnalazioni di branchi o esemplari isolati ricevute dal Corpo Forestale dello Stato in Abruzzo ed Emilia-Romagna.

Per evitare allarmismi ingiustificati, il CFS specifica che è altamente improbabile che il lupo attacchi l'uomo. Insomma, il lupo è cattivo solo nelle favole e non si avvicina ai centri abitati perché ha fame. Tutt'altro, in condizioni meteorologiche avverse, le prede del lupo soccombono, spesso muoiono di stenti non potendo reperire cibo sotto la neve. Diventano via via più deboli e sono una preda facile per il lupo, che le insegue spingendosi fino ai centri abitati, dove si erano rifugiate spinte dalla fame.

Insomma, in questo periodo il lupo ha ben altro da mangiare che addentare un essere umano. Piuttosto, spiega il CFS, occhio ai cani inselvatichiti che pare siano dietro l'episodio segnalato a Maiano di Sant'Agata Feltria, vicino Rimini.

Via | Corpo Forestale dello Stato
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: