TEPCO: cemento anti radiazioni sul fondo del mare di Fukushima

In alto il video che annuncia che TEPCO nei prossimi giorni inizierà una colata di 60 centimetri di cemento e bentonite, a 6 metri di profondità, che servirà a ricoprire i fondali del porto di Fukushima, come conseguenza dell'incidente nucleare alla centrale di Fukushima Daiichi. La decisione giunge dopo che è stata rilevata la presenza:

di materiali radioattivi concentrati in quantità elevate a seguito di campionamenti. Le radiazioni potrebbero diffondersi dal suolo marino e l'intenzione è di prevenirne la diffusione. Si userà un pavimento in bentonite e cemento come materiale di rivestimento del suolo marino poiché non influisce con l'habitat.

L'azienda prevede che la superficie interessata sarà di 70mila metri quadri vicino le prese d'acqua dei 6 reattori nucleari e così il fango e la sabbia contaminati presenti sul fondo marino dovrebbero essere in sicurezza per i prossimi 50 anni. La contaminazione da cesio è avvenuta a causa dell'acqua usata per raffreddare 3 reattori e che non essendo stata raccolta, nelle prime fasi dell'emergenza, fu riversata in mare.

Via | Enenews

Vota l'articolo:
3.85 su 5.00 basato su 13 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO