Torna in libertà il lupo Sic nel Parco del Sasso Simone e Simoncello

lupo sic

Dopo il video del lupo che torna in Alta Val di Non, un'altra storia che vede protagonisti i lupi. Il tempo da lupi delle scorse settimane aveva portato al ritrovamento in Valmarecchia di un lupo ferito, nel Comune di Pennabilli, in località Ponte Messa. Un esemplare di circa tre anni.

Il ritrovamento è avvenuto il 14 febbraio scorso. Il lupo è stato curato ed ospitato dal centro specializzato per il recupero degli animali selvatici del Parco Regionale dei Boschi di Carrega (Parma). Ora che il lupo si è ripreso, grazie all'intervento tempestivo della Provincia e del Corpo Forestale dello Stato, è stato liberato sabato scorso a Monte Canale, nel Parco del Sasso Simone e Simoncello.

Grazie al radiocollare sarà possibile monitorarne gli spostamenti, per verificare che il reinserimento in natura vada a buon fine. Finora tutto sta andando per il meglio. Il lupo, soprannominato Sic, in onore del campione di motociclismo Simoncelli, scomparso di recente, è stato inserito nel progetto Wolfnet, curato dalla Provincia di Rimini in collaborazione con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Spiega Aldo Terzi, comandante provinciale della Forestale:

Oltre all'evidente assonanza del cognome del campione con quello della montagna sotto la quale il lupo ha deciso di vivere in questi giorni e alla medesima area geografica di provenienza pensiamo che ci sia una relazione tra lo spirito libero e coraggioso del nostro lupo e quello del campione di Coriano. Questa è solo un'idea dell'ultima ora che andrà verificata con gli altri Enti e che dovrà avere evidentemente il parere positivo della famiglia di Marco Simoncelli, ma potrebbe contribuire a promuovere una comunicazione positiva sul lupo.

Via | Metro

  • shares
  • Mail