Animalisti rubano 18 macachi

Blitz del Fronte di Liberazione Animale per liberare 18 macachi

Gli incursori del Fronte di Liberazione Animale si sono introdotti attraverso il sistema di areazione in una ditta di Correzzana (Milano), filiale italiana della multinazionale Harlan dove si allevavano animali destinati alla ricerca (che per loro equivale alla vivisezione). Sollevando porzioni di controsoffitto e calandosi con una scala sono riusciti ad arrivare ai locali in cui erano alloggiati 18 macachi e un centinaio di topi. Li hanno presi, insieme a dei documenti, hanno danneggiato dei macchinari e se ne sono andati.

Hanno filmato tutto e hanno poi fatto recapitare la rivendicazione all'ANSA. Ovviamente il filmato è stato passato alla Digos per le indagini del caso (potrebbe trattarsi di furto con scasso, ma la Digos è specializzata in indagini sull'eversione dell'ordine democratico e sulle attività antiterrorismo. )

Questa primavera c'era stata una incursione nei laboratori dell'Università di Milano e anche allora era stato inviato un filmato a Emilio Nessi, il giornalista de La7 e scrittore amico degli animali (sua è la storia di Palla di Neve il beluga addestrato a trovare le mine). Il fatto aveva procurato un certo allarme in città, visto che le cavie erano state contagiate con un virus della famiglia del vaiolo.

Alla fine hanno ucciso tutti i conigli e liberato cani e topolini.

» Animal Libaration Front (ALF)

» Esempio di studio scientifico sul cancro fatto con animali della Harlan

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: