Un branco di balene a largo della Sicilia

E' di pochi minuti fa la notizia dell'avvistamento di trenta balene a circa 1.500 metri da Punta Grecale a Lampedusa. Si tratterebbe di esemplari di Balaenoptera physalus, uno dei più grandi al mondo, in grado di raggiungere i 26 metri di lunghezza, e certamente, il maggiore per dimensioni nel Mare Nostrum.

Il branco di splendidi cetacei si troverebbe in "visita" nelle acque Pelagie per fini, prevalentemente, alimentari. Ma non è tutto: secondo i biologi che seguono questi "meravigliosi viandanti", questo tratto di mare sarebbe anche estremamente adatto come "nursery" per i più piccoli.

In sintesi, si tratta della conferma della meravigliosa varietà biologica delle nostre acque. La Balaenoptera physalus , presente soprattutto nel mar Ligure, è purtroppo inserita nella lista rossa della IUCN. Afferma Silvio Greco, presidente del Comitato scientifico di Slow Fish e responsabile area ambiente di Slow Food Italia:

La loro presenza e' di per se' rilevante - afferma Silvio Greco, - in quanto conferma la centralita' dell'isola di Lampedusa e del Canale di Sicilia come importante area nursery e zona di alimentazione delle balenottere. Il passaggio dei mammiferi e' una cartina di tornasole della valenza ambientale di questo tratto di mare.

Via | Sicilia way

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 204 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO