Gran Sasso, sentinelle di biodiversità: 51 piante rare a rischio estinzione

Scritto da: -

La rarissima Adonis Vernalis

Emergenze floristiche, questa la condizione di 51 specie del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Piante rarissime, di fatto, che rischiano l’estinzione ma che sono anche sentinelle di biodiversità. Tra di esse l’Adonis vernalis (nella foto in alto) o Adonide primaverile che ha nel Parco l’unica stazione in Italia.

E’ partito dunque il monitoraggio dell’Ente Parco e Corpo Forestale dello Stato in collaborazione con l’Università di Camerino che con:

Tre squadre di rilevatori, dotati di Gps satellitare, si apprestano a battere il territorio per definire con precisione la distribuzione delle cinquantuno emergenze floristiche. Seguendo un preciso protocollo di rilevamento, annoteranno informazioni su stato di salute, entità e localizzazione delle popolazioni. Questi dati verranno poi recepiti ed elaborati al fine di fornire indicazioni gestionali utili ai futuri progetti di tutela.

Peraltro anche quest’anno grazie al Centro di Ricerche Floristiche dell’Appennino e ai giovani della Pro Loco di Barisciano, sarà possibile vedere in natura la rarità floreale, grazie alle passeggiate guidate (info qui).

Via | Aiol
Foto | Gran Sasso laga park

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 70 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.