Taranto, tonnellate di carburante in mare da falla in nave

Scritto da: -

nave porto taranto

Non c’è pace per Taranto, in aria e… nelle acque. Oggi, infatti, diverse tonnellate di carburante sono finite in mare. La causa probabilmente, dalle prime informazioni trapelate, sarebbe da imputarsi ad una falla in una nave panamense, il cui carico era destinato all’area industriale. Lo sversamento è avvenuto in prossimità del terzo sporgente del porto, nel Mar Grande.

La chiazza si estende per circa 800 metri quadrati in un bacino sotto il controllo dell’ILVA. Già sul posto sia la Capitaneria di porto che i tecnici della Ecotaras per provvedere alle operazioni di bonifica. Sono state recuperate già 8 delle 20 tonnellate di olio combustibile ma ci vorranno diversi giorni per completare le operazioni di bonifica. Al momento i funzionari dell’ARPA stanno conducendo delle analisi sul materiale sversato per determinare l’impatto ambientale dello sversamento.

Angelo Bonelli, presidente della Federazione dei Verdi, candidato a sindaco di Taranto contro il sindaco uscente Ippazio Stefàno, ha così commentato lo sversamento:

L’incidente alla nave avvenuto nel Mar Grande di Taranto è un fatto gravissimo e che pone con urgenza la necessità di liberare il Golfo di Taranto dal petrolio. Chiediamo che su questo incidente sia fatta immediata e piena luce visto che quello di oggi non è il primo incidente in cui quantità rilevanti di idrocarburi sono state sversate in mare: lo scorso 19 gennaio 2012 una chiazza di idrocarburi molto estesa è stata rinvenuta sempre nel Mar Grande nei pressi di Punta Rondinella. Tra l’altro, questi ripetuti incidenti, evidenziano un allarme sicurezza enorme visto che, con l’ampliamento già approvato del Progetto Tempa Rossa dell’Eni si avrà un raddoppio del traffico delle petroliere che passeranno dalle attuali 30 a 140.

Via | La Gazzetta del Mezzogiorno; Angelo Bonelli su Facebook
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.93 su 5.00 basato su 46 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.