Condividere la lavatrice

L'idea somiglia al carpooling ma invece di condividere l'auto si condivide la lavatrice. Siamo in Francia dove da febbraio è attivo il sito La machine du voisin, ossia la lavatrice del vicino.

Sono al momento 600 gli indirizzi disponibili in tutta la Francia di persone che offrono la propria lavatrice per un bucato. Ma come nasce l'idea di condividere la lavatrice? Innanzitutto questo elettrodomestico non è sempre presente in tutte le case francesi; spesso funzionano molto bene le lavanderie a gettoni e con macchine professionali; ma a Yann Geggenheime studente a Lille va male con una lavanderia. Un giorno si ritrova con una marea di panni da lavare e senza lavatrice, essendosi rotta la sua. La lavanderia pubblica più vicina è a 2 Km; armato di coraggio la raggiuunge ma scopre che nel frattempo al posto della lavanderia hanno aperto un negozio di informaticva . Ecco che gli viene l'idea di mettere su una rete di persone disposte a condividere la propria lavatrice.

In pratica i proprietari delle lavatrici e i senza lavatrice si incontrano in base alla loro vicinanza e fissano personalmente le disponibilità di tempo e orario. Possono richiedere un rimborso (si va dai 2 ai 4 euro inclusa a volte l'asciugatura) oppure concederne l'uso gratuito. Le motivazioni che spingono a condividere la lavatrice sono varie, ma spicca sopratutto sia la solidarietà verso chi ne è sprovvisto, sia la voglia di conoscere persone e fare amicizia.

Via | Neoplanete

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: