Cambiare lavoro: dalla fabbrica all'ecobottega

Ecobottega per cambiare vita

La storia di questo singolare cambio di vita a appartiene a Valerio Meregalli brianzolo 31enne di belle speranze che lascia il lavoro in fabbrica per vivere il suo desiderio di ecologia attraverso il commercio. Apre lo scorso novembre un negozio ovvero L'ecobottega, ecologia all'italiana, vero e proprio salto nel vuoto, viene da pensare (almeno di questi tempi). In realtà il progetto di Valerio si sta rivelando non solo solido ma anche molto ma molto vincente e per ora, nonostante la crisi, gli affari procedono: i prodotti dell'ecobottega sono perciò tutti italiani e a filiera corta.

Dunque l'Ecobottega non è una scelta di pancia ma nasconde un preciso business plan ben dettagliato. Spiega Valerio:

Continuo quindi gli studi, sempre più approfonditi, di marketing, bilancio, fare impresa green, grafica eccetera. Il risultato era un negozio, tutto mio, che proponeva prodotti ecologici, ma non solo, addirittura tutti fatti in Italia. Inizia così un’appassionante ricerca di aziende che producessero prodotti che soddisfacessero le mie esigenze.

E l'ecologia o meglio lo sviluppo sostenibile prende forma nella bottega di Valerio che ha esteso la vendita di questi prodotti anche online:

In negozio lavoro benone coi detersivi sfusi ecologici, i giochi eco per bambini/ragazzi, come i gadget fotovoltaici, e gli accessori fatti con materiale di recupero come copertoni e camere d’aria di biciclette (portafogli, cinture e portachiavi). Mentre con l’ecommerce, che seguo maniacalmente per poter offrire un ottimo, anche se giovane, servizio al cliente, diciamo che vendo un po’ di tutto, dai libri di Terranuova, ai prodotti in materB biodegradabili come i piatti e le posate, dalla cosmesi ecobio certificata alla cartoleria eco con carta riciclata.

Via | Voglio vivere così
Foto | Ecobottega su Fb

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: