Ilva, procedura UE su presunti aiuti di Stato

La Commissione Europea ha confermato oggi la decisione assunta ieri di avviare "un’indagine approfondita su presunti aiuti di Stato all'Ilva di Taranto ma non ferma il risanamento ambientale del siderurgico pugliese.

La Commissione sospetta che gli aiuti varati da governo e parlamento lo scorso anno siano stati utilizzati contro le regole previste dall'Unione Europea in questi casi, che proibiscono che tali fondi, stanziati per il risanamento ambientale, vengano utilizzati per acquisire un qualche vantaggio sui concorrenti.

"L'Ilva ha una lunga storia di non conformità con gli standard ambientali. Già dal 2013, la Commissione ha chiesto all'Italia di assicurarsi che l'impianto di Taranto soddisfaccesse le regole Ue sulle emissioni industriali. La commissione ha ricevuto una serie di lamentele da parte di aziende concorrenti, secondo le quali l'Italia sta fornendo aiuti per permettere all'Ilva di modernizzare il suo stabilimento con denaro pubblico".

ha detto il commissario UE alla concorrenza Margrethe Vestager oggi nel corso di una conferenza stampa.

467038200.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail