Mucca pazza in Francia: confermato un caso di Esb

BALFRON, SCOTLAND - MARCH 16:  Holstein cows are milked at Clayland farm on March 16, 2016 in Balfron, Scotland. Many farmers across the country are voicing concerns that Brexit could be a dangerous step into the unknown for the farming industry.  (Photo by Jeff J Mitchell/Getty Images)

Il Ministero dell’Agricoltura francese ha confermato questa mattina, giovedì 24 marzo, un caso di mucca pazza verificatosi nelle Ardenne. Il prelievo sull’animale era stato inviato al laboratorio europeo di riferimento per quanto riguarda l’encefalite spongiforme bovina (Esb) che si trova in Gran Bretagna.

Il sospetto di un caso di mucca pazza era stato sollevato dopo i prelievi effettuati sull’animale dal laboratorio nazionale di riferimento dell’Agence nationale de sécurité sanitaire (Anses): una mucca di 5 anni era morta prematuramente in un allevamento ed era stata quindi oggetto dei controlli obbligatori per i capi di almeno 4 anni di età.

Si tratta del primo caso di Esb rilevato in Francia dal 2011. Nel maggio 2015 la Francia aveva ottenuto dall’Oms uno status di Paese non a rischio a Esb, mentre lo scorso anno un caso di mucca pazza era stato rilevato in Irlanda. Apparsa negli anni Ottanta nel Regno Unito, la malattia bovina si era estesa nel mondo negli anni Novanta a causa dell’utilizzo di farine animali contaminate nell’alimentazione somministrata dagli allevatori. In seguito al sospetto di essere all’origine di una variante del morbo di Creutzfeld Jacob provocò una crisi della filiera bovina e portò alla proibizione delle farine animali nell’allevamento.

Via | Le Monde


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO