Le strade del Libano invase dai rifiuti [foto]

Gli abitanti del Libano convivono da anni con i sacchi dell’immondizia e i rifiuti abbandonati nelle strade. Parlare di emergenza è ormai inadeguato: la crisi è diventata strutturale e nelle zone a nord della capitale Beirut la situazione è critica da alcuni anni.

A marzo, dopo una crisi durata otto mesi, il governo aveva approvato un piano temporaneo per aprire due nuove discariche, una a Bourj Hammoud (a nord) e l’altra a sud di Beirut.
La discarica di Naameh situata 20 km a sud della capitale ha aperto nel 1997 ed era stata pensata come deposito temporaneo, ma l’alternativa non è mai stata trovata e per vent’anni i rifiuti di Beirut e della catena del Monte Libano sono finiti in questa località creando una “montagna” pesante 15 milioni di tonnellate.

Le proteste dei residenti si sono acuite nel luglio 2015 dopo che è stato rilevato come nella zona si stessero registrando alti tassi di cancro, malattie della pelle e problemi respiratori. Dopo mesi di dispute politiche, il Governo di Beirut ha annunciato un piano quadriennale per porre fine alla crisi dei rifiuti.

Via | Middle East Eye

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail