La sonda Rosetta termina la sua missione schiantandosi sulla cometa 67P

La missione della sonda Rosetta si è conclusa con lo schianto del satellite dell'ESA, l'Agenzia Spaziale Europea, contro la cometa 67P: alle 13:20 (ora italiana) la sonda ha terminato la propria attività di studio dopo 12 anni di servizio nello spazio.

Nella sala controllo di Darmstadt, in Germania, si è levato un lungo e sentito applauso, completo di abbracci e strette di mano da parte degli scienziati dell'Agenzia Spaziale che hanno seguito le ultime fasi dell'atterraggio.

Gli operatori dell'Esa hanno inserito i parametri di rotta perché la sonda potesse puntare contro quella palla di ghiaccio e polvere dal diametro di 4 km. La velocità dell'impatto è stata bassa, meno di un metro al secondo: anche questi ultimi istanti saranno utili, perché la sonda, costata 1,4 miliardi di euro, dovrebbe essere in grado di prendere da vicino alcuni dati della cometa conosciuta anche come Churyumov-Gerasimenko.

Rosetta ha raggiunto la cometa ad agosto 2014, dopo 10 anni di viaggio. Da allora ha inviato a Terra oltre 100mila tra immagini e dati strumentali utili a comprendere i misteri della formazione del sistema solare. Inoltre dalla sonda europea è partito il lander Philae, che è stato il primo ad atterrare su una cometa.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO