L'ambasciatrice tedesca a Roma usa un'auto elettrica

Il governo tedesco ha deciso di cambiare le proprie flotte auto per contrastare i cambiamenti climatici: l'obiettivo è tagliare del 95% le emissioni auto di Co2 in atmosfera e contrastare così il riscaldamento globale. Per questo motivo proprio in questi giorni l’Ambasciatrice tedesca a Roma Susanne Wasum-Rainer ha cominciato a guidare un’auto elettrica completamente made in Germany, la BMW I3.

Il veicolo è stato donato proprio dal governo tedesco all’ambasciata romana: il progetto di Berlino segue il motto “Germany goes electric” e per farlo ha promosso un piano decisamente coraggioso e con investimenti importanti. Entro il 2030 tutte le auto di nuova produzione in Germania dovranno essere a emissione zero e per questo il governo ha stanziato ben 600 milioni di euro, che saranno probabilmente rinnovabili nei prossimi 3-5 anni.

Chi deciderà di acquistare un veicolo green al 100% verranno rimborsati 4.000 euro, mentre "solo" 3.000 euro saranno restituiti in seguito all'acquisto di un veicolo ibrido. Uno stanziamento di 100 milioni di euro è previsto inoltre per sostituire con auto elettriche la flotta di auto governative.

“Con quest’auto né smog, né rumore [...] Non inquinare l’ambiente circostante è molto importante per me”

ha commentato l'ambasciatrice Wasum-Rainer, che solitamente ha anche detto di non amare la guida (a Roma è più che comprensibile).

  • shares
  • Mail