Sicilia, 400 mila litri di idrocarburi nel fiume Cantera: si rischia la contaminazione delle falde acquifere

In Sicilia tra Priolo e Augusta sono stati dispersi 400mila litri di idrocarburi (forse cherosene ma si attendono le analisi dell'Arpa) trasportati dal Fiume Cantera tra Megara Ibla, Esso e centrale Tifeo in prossimità dell’oleodotto Isab, collegato alla Sasol e che sembra abbia sversato nelle acque per giorni idrocarburi. Ma la contaminazione si scopre con gran ritardo e dopo le conseguenze ambientali. Infatti riporta Augusta on line:

Ieri (8 giugno Ndr) nel primo pomeriggio l'assessore all'Ambiente del comune di Augusta , Michele Accolla, avvisato con grande ritardo solo nella tarda mattinata di venerdì, oltre 24 ore dalla scoperta della perdita, ha effettuato un sopralluogo con alcuni componenti dell'ufficio ambiente del comando di Polizia municipale. "Abbiamo potuto appurare che si è trattato di un episodio grave, gli esperti hanno calcolato che sono circa 400 tonnellate di idrocarburi. Risulterebbe contaminato il terreno circostante per uno strato di circa 20 centimetri , così anche il corso d'acqua. Nei prossimi giorni - ha affermato Accolla - il comune chiederà ufficialmente alle società petrolifere uno screening e la messa in sicurezza di tutte le condotte che attraversano il territorio di nostra competenza".

Già sabato 9 la foto del Cantera girava sui gruppi dei priolesi su Fb. Secondo quando rifrisce l'Arpa sebbene sembra sia scongiurato il veramento in mare, grazie alle panne assorbenti di cui è stato dotato il Cantera si teme per la contaminazione delle falde acquifere. Intanto la Capitaneria di Porto di Augusta ha aperto un inchiesta e il comune di Augusta ha già dichiarato che si costituirà parte civile qualora vi saranno erificate le responsabilità della Sasol.

Resta comunque da chiarire come d'altronde ammette lo stesso assessore Accolla il grado di sicurezza ambientale delle industrie e raffinerie presenti nel triangolo della morte Priolo- Augusta- Melilli.

Via | Augusta On Line
Foto | Priolo Parla su Fb