Come trasformare la nonna in un diamante

diamante fatto dalle ceneri di un defuntoLeggo sul CorSera che il caro estinto potrebbe entrare a far parte dei gioielli di famiglia, trasformato in diamante.

La soluzione proposta da una società svizzera (Algordanza) consente di trasformare le ceneri del defunto in un diamante artificiale. Dopotutto si tratta di dare una nuova struttura cristallina agli atomi di carbonio. Occorrono 14 settimane (che comparate ai tempi geologici necessari alla formazione di un diamante sono una sciocchezza) e almeno 5.525 euro per un diamante di 0,4 carati. Eccovi il nonno riciclato.

Dalla cremazione di un corpo medio si ottengono circa 2,5 Kg di ceneri. Per fare il diamantino ne bastano 500 grammi, da mettere sotto pressione (50.000 bar) e da tenere al caldo (minimo 1.500 gradi). Il colore del diamante risultante varia da persona a persona. Appena ricevono le ceneri (che assicurano verranno trattate con rispetto), ne fanno una analisi chimica, per essere certi di riconoscerle da quelle degli altri clienti.

La soluzione (se la spesa energetica non fosse enorme) sarebbe ambientalmente interessante perché i diamanti sono estratti sfruttando in modo orrendo la gente e devastando l'ambiente. Inoltre, si risparmierebbe spazio nei cimiteri. Proprio a voler tirare la corda, portarsi il defunto appresso potrebbe ridurre anche il costo dei trasporti per andarlo a trovare.

Un carato pesa 0.2 grammi, per cui un diamantino da 0.4 carati è proprio piccolino. Non credo che i miei eredi troveranno conveniente bruciarmi e diamantificarmi. :-)

» Filmatino in flash sui diamanti

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: