MOIA: il car sharing elettrico Volkswagen è attivo

La fase di test termina dopo più di 230.000 corse: il car sharing MOIA apre i battenti nella città tedesca di Hannover e la flotta sarà gradualmente elettrificata.



Dopo 300 giorni di test, con oltre 230.000 corse effettuate sulle strade di Hannover, il car sharing targato Volkswagen MOIA ha ufficialmente aperto i battenti nella città tedesca con 140 autisti e 35 veicoli.

La licenza ha un limite di 150 veicoli, quindi il servizio potrebbe crescere notevolmente in dimensioni nei prossimi mesi mentre un progetto di ricerca indipendente studierà gli effetti della nuova offerta sul trasporto pubblico e sul traffico della città. Questo perché il motto di MOIA è "Togliere dalla strada 1 milione di veicoli, una corsa alla volta".

A seconda dei risultati che emergeranno dallo studio, MOIA potrebbe espandersi fino a 250 veicoli a partire da metà 2019. Nel frattempo si parte con un'area di servizio ampia circa 90 chilometri quadrati, che includerà anche le zone dei quartieri di Waldheim, Stöcken e Maschsee.


Le prime corse coinvolgeranno sia le 3.500 persone già coinvolte nel test sia 15.000 nuovi utenti che avevano presentato domanda nell'ottobre del 2017 ma non erano stati selezionati. Il servizio sarà disponibile a tutti gli abitanti di Hannover entro la fine del 2018.

Per gestire queste dinamiche graduali di partecipazione al servizio l'App di MOIA è già disponibile sia per Android che per iOS, ma i profili saranno attivati gradualmente. Entro il 2020 almeno la metà dei veicoli di MOIA saranno elettrici, entro il 2022 MOIA offrirà solo corse su auto elettriche.

"Hannover è la prima città dove diventeremo parte integrante del trasporto pubblico. Insieme alle istituzioni e agli altri fornitori di mobilità vorremmo convincere le persone a utilizzare soluzioni sostenibili invece delle auto private. Nel lungo termine, ci piacerebbe ridurre il numero di queste vetture sulle strade" spiega Ole Harms, CEO di MOIA.


"La fase di test ha mostrato che il ridesharing funziona - aggiunge Robert Henrich, COO di MOIA - Con una piccola flotta di 35 veicoli e 3.500 utenti, circa metà delle corse è stata condivisa. Siamo molto grati per tutti i suggerimenti e i feedback raccolti durante la fase di test. Ci hanno aiutato ad affinare il sistema. Nel prossimo step, il nostro obiettivo è mostrare al pubblico quanto accattivante sia la nostra offerta: il focus sarà su affidabilità, sicurezza, comfort e tempi di percorrenza rapidi. Continueremo anche a ottimizzare la nostra app e l’algoritmo, per aumentare il numero di corse condivise. Così facendo, speriamo di ridurre il traffico nelle città".

Il prezzo della corsa, grosso modo a metà tra il costo dei mezzi pubblici e quello di un viaggio in taxi tradizionale, varierà a seconda del giorno e dell'ora e dipenderà anche da domanda e offerta ma l'App mostrerà sempre il prezzo finale prima della prenotazione e permetterà all'utente di scegliere se acquistare la corsa o meno.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail