Treni a idrogeno: in Germania sono una realtà

I treni a idrogeno Coradia iLint di Siemens Alstom iniziano il servizio commerciale sulla linea ferroviaria Cuxhaven-Bremerhaven-Bremervörde-Buxtehude.



Sono entrati in servizio i primi due dei sedici treni a idrogeno che faranno servizio in Bassa Sassonia, Germania, in sostituzione delle vecchie motrici diesel, sulla linea ferroviaria Cuxhaven-Bremerhaven-Bremervörde-Buxtehude (lunga circa 100 km).

Si chiamano Coradia iLint, sono gestiti da LNVG, possono raggiungere i 140 chilometri orari e sono stati realizzati dal gigante franco-tedesco Siemens-Alstom. Gli altri 14 treni a idrogeno saranno consegnati entro il 2021.

Interessante il sistema di rifornimento di questi treni a emissioni zero: l'idrogeno gassoso viene pompato nei treni da un container d'acciaio alto 40 piedi accanto ai binari della stazione di Bremervörde.


Con un solo pieno di idrogeno, possono percorrere tutta la rete per tutto il giorno, grazie ad un'autonomia totale di 1000 km. Un'altra stazione di rifornimento fissa nei locali dell'EVB entrerà in funzione nel 2021.


"Questa è una rivoluzione per Alstom e per il futuro della mobilità: il primo treno al mondo a celle a combustibile a idrogeno sta entrando nel servizio passeggeri ed è pronto per la produzione in serie", sottolinea Henri Poupart-Lafarge, Presidente e CEO di Alstom.

Enak Ferlemann, commissario del Governo Federale per il Trasporto Ferroviario spiega perché il Governo ha finanziato il progetto: "L'idrogeno è un'alternativa al diesel reale, a basse emissioni ed efficiente. Questi treni possono essere gestiti in modo pulito ed ecologico, soprattutto su linee secondarie in cui le linee elettriche aeree sono antieconomiche o non ancora disponibili".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail