Volvo punta sulle energie rinnovabili per i suoi stabilimenti

Volvo Cars completa la sua prima installazione di pannelli solari nello stabilimento di Ghent: energie rinnovabili in pole position.

Volvo Cars punta sulle energie rinnovabili in ambito industriale: la casa svedese ha scelto l'energia solare per migliorare l'efficienza energetica dello stabilimento di produzione di Ghent, in Belgio, con l'installazione di 15.000 pannelli solari.

Il noto costruttore nordico compie così un altro passo verso un obiettivo davvero ambizioso: quello di azzerare l'impatto sul clima delle proprie attività produttive globali entro il 2025.

Lo stabilimento di Ghent ricava circa l'11% del suo fabbisogno energetico dall'energia eolica. Ora si aggiunge il solare, che implementa il progetto, andando nella direzione auspicata dal management sul fronte della sostenibilità ambientale.

In quest'ottica va pure vista l'installazione, nel 2016, di un impianto di riscaldamento in grado di ridurre del 40% le emissioni di CO2. Dal 2008, tutte le unità produttive europee di Volvo Cars soddisfano il proprio fabbisogno di elettricità attraverso fonti rinnovabili.

La casa automobilistica svedese estende il suo impegno green anche ai materiali, con l'intenzione di produrre entro il 2025 almeno il 25% delle parti in plastica di ogni nuova vettura con materiale riciclato. Un piano di riduzione della plastica usata nelle proprie sedi ha preso già le mosse, consolidando la tendenza.

Volvo Cars non sta ferma nemmeno sul fronte delle auto elettriche: lo scopo dichiarato è quello di portare le vendite di questi veicoli a quota 50% di quelle globali del marchio entro il 2025.

  • shares
  • +1
  • Mail