Auto elettriche: la Nissan Leaf scambia energia con la rete

Inizia in Germania The Mobility House, progetto vehicle to grid per collegare le auto elettriche Nissan Leaf alla rete nazionale e scambiare energia.



Inizia anche in Germania la sperimentazione del "vehicle to grid": auto elettriche connesse alla rete che, oltre a prendere elettricità dalla rete la cedono anche, per stabilizzare i livelli di tensione e potenza. La prima auto a farlo è la Nissan Leaf.

L'elettrica giapponese a batteria ha infatti superato la fase di prequalificazione secondo le linee guida dei TSO (Transmission System Operator) della Germania.

La sperimentazione ha sede a Hagen e rientra all'interno del progetto pilota "The Mobility House", che vede Nissan in partnership con ENERVIE e Amprion.

Amprion gestisce 11.000 chilometri di rete ad altissima tensione in Germania, mentre ENERVIE è una utility della Renania Settentrionale-Vestfalia che vende elettricità, acqua e gas metano a circa 400.000 clienti.

Il progetto consiste nell'usare la Nissan Leaf come riserva di energia per la rete elettrica tedesca, tramite la tecnologia Vehicle-to-Grid (V2G) che permette scambi bidirezionali di energia elettrica: l'auto con la batteria carica, quindi, può cedere la sua energia alla rete elettrica per aiutare a compensare momentanei sbalzi di potenza e tensione.

La tecnologia V2G è considerata una delle più interessanti per sostenere la transizione dalle fonti fossili alle energie rinnovabili, che essendo per loro natura non prevedibili necessitano di sistemi a batteria che facciano da tampone nei momenti in cui il vento non soffia sulle pale eoliche e il sole non splende sui pannelli fotovoltaici.

Le auto 100% elettriche con tecnologia di ricarica bidirezionale integrata, come la Leaf, assumono un ruolo sempre più importante in questo scenario. Lo scambio bidirezionale avviene tramite il connettore di ricarica CHAdeMO.

"Siamo felici che la tecnologia di Mobility House sia stata approvata dal TSO per il prodotto più stimolante e importante del sistema di alimentazione tedesco" ha dichiarato Thomas Raffeiner, CEO e fondatore di The Mobility House.

"Crediamo fermamente in un futuro a zero emissioni - aggiunge Guillaume Pelletreau, Vicepresidente e Managing Director di Nissan Center Europe - Siamo molto orgogliosi anche del fatto che Nissan LEAF sia la prima auto 100% elettrica a essere ritenuta idonea a stabilizzare le frequenze della rete".

"Questa innovazione dimostra che le auto elettriche possono svolgere un ruolo importante nel garantire la stabilità del sistema", conclude Andreas Walczuch, Head of System Services and Energy Market di Amprion.

  • shares
  • +1
  • Mail