Wake Drone per Brian Grubb: impresa estrema Red Bull

Mobilità sostenibile estrema? Può darsi che rientri nella specie il wakeskating Red Bull di Brian Grubb con il suo wake drone.

Nuova impresa, firmata Red Bull, per Brian Grubb, che si è concesso un'altra originale ondata di funambolismi di wakeskating sul Sava Bohinjka River, in Slovenia, percorso in modo coreografico al traino del suo Wake Drone a propulsione elettrica sviluppato insieme a Infineon Technologies.

L'azienda tedesca gli ha consegnato una macchina volante sicura e affidabile con una batteria potente come 158 smartphone messi insieme (1,5 kWh/51,8 V/30 Ah). Questo aggeggio tecnologico potrebbe trainare Grubb per 10 minuti di fila e anche sollevarlo in aria, se necessario.

Lo sportivo americano allarga così il suo palmares estremo, con quella che potremmo definire (permettetemi la forzatura) una forma singolare di mobilità sostenibile.

Il quadricottero usato per le scenografica esperienza trascina con la giusta energia la tavola, che non presenta attacchi ma solamente un grip antiscivolo: questo ne fa una variante del wakeboard e rende le manovre coinvolgenti come quelle dello skateboard, anche se eseguite in acqua.

Brian Grubb interpreta al meglio l'attrezzo, con note di grande adrenalina. A voi il video del wakeskater americano all'opera, che scivola e danza sul fiume come un ballerino, senza ricorrere al traino di un'imbarcazione a motore, come impone il wakeskating del futuro.

  • shares
  • +1
  • Mail