Cuba senza petrolio per l'agricoltura

Agricoltura a Cuba sotto Fidel CastroChe cosa succederà dopo il picco del petrolio? Come si vive senza petrolio?
A Cuba lo sanno: stanno vivendo senza petrolio da anni, da quando la Russia ha smesso di spedire tutta una serie di derivati del petrolio e da quando l'embargo costringe i cubani a farsi bastare quel che possono produrre da soli.

Nel 1990 il PIL di Cuba è crollato dell'85% e il consumo di petrolio del 50%. Inizialmente le calorie di cibo disponibili a testa calarono del 30%. La gente dimagrì.

L'agricoltura, che in precedenza assomigliava a quella del resto del mondo e utilizzava fertilizzanti, pesticidi, macchinari e sistemi di allevamento industriali, ha dovuto essere rimodellata in modo sostenibile. Il biologico è diventato la norma. I bovini, più che essere allevati per la carne, sono usati per il lavoro dei campi.

La gente oggi mangia molta frutta e verdura (essendo ai Caraibi, la cosa è anche piacevole) e chi può se la coltiva da solo. Certo, la carne piace ancora (il BBQ è stato inventato a Cuba!) ma produrla costa, quindi la si mangia in media due volte a settimana. La gente si ingegna per ottimizzare le risorse. Il mio amico cubano mi raccontava di come la gente ha occupato i giardini e le aiuole davanti agli edifici pubblici per farne degli orti urbani. Allevare galline o un maiale nel balcone di un condominio è abbastanza comune. Si danno loro gli scarti, quando ci sono, e si cerca di non sprecare nulla.

Prima della crisi Cuba scambiava una tonnellata di zucchero per una di petrolio. Adesso che non si può più scambiare bene a prezzi vantaggiosi tra Paesi Comunisti, la produzione di zucchero è crollata e molte comunità che vivevano di indotto intorno agli zuccherifici sono sparite.

Si vive male? Non credo. Oggi la produzione di cibo è al 90% dei livelli pre-crisi, ma il consumo di energia è molto, molto al disotto dei consumi pre-crisi. La gente gode di buona salute, Cuba ha un sistema sanitario migliore di quello degli USA (quando passò l'urgano Katryna, Castro offrì di mandare medici e paramedici). A Cuba si punta molto sulla prevenzione e la mortalità infantile è più bassa che negli USA.

Il sistema scolastico funziona bene. Cuba ha solo il 2% della popolazione dell'America Latina, ma l'11% degli scienziati di quel continente sono cubani. Gli uomini vanno in pensione a 60 anni, le donne a 55. L'età media si sta allungando, per cui anche queste soglie dovranno essere spostate in avanti.

Certo, sarebbe bello che si arrivasse a stili di vita sostenibili per libera scelta, non forzatamente, ma intanto mi piace pensare che sopravviveremo anche noi alla fine del petrolio e che gli aspetti sociali e culturali potrebbero addirittura migliorare.

» Un ppt su Cuba da Community solutions.

» Cubanite: il blog di un italiano che vive a Cuba

» Il vegetarianesimo di Cuba sulla wikipedia

  • shares
  • +1
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: