Agricoltura sostenibile, ridurre le emissioni di CO2 con batteri ed alberi

Dagli alberi dell'Iroko arriva una soluzione per ridurre le emissioni di CO2 migliorando allo stesso tempo la fertilità dei suoli in modo naturale. Le specie tropicali che ci regalano il legno Iroko adottano infatti una strategia interessante per produrre minerali calcarei intorno alle radici.

Quando crescono su terreni secchi, con un suolo acido trattato con una combinazione naturale di funghi e batteri, questi alberi utilizzano il carbonato di calcio presente nella terra combinandolo con la CO2 dell'atmosfera. Da questa combinazione ottengono i minerali calcarei che gli occorrono per il sostentamento e la fioritura. Questi minerali, in aggiunta, rendono notevolmente più fertile il terreno.

La scoperta, effettuata da un'équipe di ricercatori dell'Università di Edinburgo, offre un metodo alternativo e naturale per lo stoccaggio della CO2 che potrebbe risultare molto utile per mitigare il riscaldamento globale causato dai livelli elevati di gas serra nell'atmosfera.

Spiega il dottor Bryne Ngwenya della University of Edinburgh's School of GeoSciences, che il processo di produzione dei minerali calcarei offre una tecnica accessibile, low cost, sicura e facile da gestire, anche a lungo termine e da agricoltori con poche risorse, per catturare la CO2 dall'atmosfera immagazzinandola nel suolo. Inoltre, vantaggio affatto trascurabile, questo metodo migliorerebbe la composizione di nutrienti del suolo nei Paesi tropicali, aumentando la redditività dei terreni e dunque la qualità della vita degli agricoltori nei Paesi in via di sviluppo.

La scoperta deriva da uno studio durato tre anni che ha esaminato diversi metodi microbiologici per stoccare la CO2 nel suolo. I batteri utilizzati dall'albero di Iroko hanno garantito i risultati migliori. Progetti pilota di riforestazione con questo metodo sono stati già effettuati in Africa occidentale ed al momento sono in corso altri programmi simili anche in Bolivia, ad Haiti ed in India.

Via | University of Edinburgh
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail