Gli uccelli usano Facebook non Twitter

Grazie a Facebook è possibile analizzare le interazioni sociali di un individuo, verificando i contatti, più o meno frequenti, con amici, familiari, parenti, conoscenti, gli eventi a cui ha partecipato da solo o in compagnia di altri membri della sua cerchia, le relazioni più strette e quelle superficiali, come cambiano le sue abitudini e la sua vita sociale quando trova un nuovo lavoro o modifica la situazione sentimentale.

Ebbene questo metodo di analisi risulta utile anche agli ornitologi per studiare il social network degli uccelli. Nello specifico i ricercatori dell'Università di Oxford hanno analizzato le abitudini social delle cinciallegre per sapere se hanno le loro "liste" ovvero degli amici più stretti con cui trascorrere il tempo libero e pranzare fuori, quanto è intensa la loro attività sociale nei diversi periodi dell'anno, come cambia prima e dopo aver trovato un compagno.

Lo studio, pubblicato sul Journal of the Royal Society Interface, si è basato, proprio come avviene su Facebook, sulla rilevazione dei check-in delle cinciallegre. I ricercatori hanno monitorato migliaia di esemplari grazie ad una serie di sensori e transponder, verificando quando e con chi frequentavano le 67 mangiatoie sparse per Wytham Woods, ad Oxford.

Nello specifico, la nuova tecnica è stata applicata a due stagioni riproduttive delle cinciallegre selvatiche: da agosto del 2007 a marzo del 2008 e da agosto del 2008 a marzo del 2009. Gli ornitologi hanno scoperto che le cinciallegre sono solite mangiare insieme al loro futuro compagno e frequentare gli stessi posti.

I ricercatori vogliono andare oltre in futuro, usando questo metodo per capire cosa attrae un uccello nella scelta dei suoi amici più stretti: il caso, i mipiace in comune, la partecipazione agli stessi eventi (leggi frequentare le stesse mangiatoie)? Non è un caso che questa nuova tecnica sia stata testata sulle popolazioni di cinciallegre. La cinciallegra è un animale molto social e lo dimostra il fatto che le informazioni vengono veicolate velocemente da un individuo all'altro. Ad esempio è proprio grazie all'apprendimento sociale che si è diffusa, a partire dalla metà del XX secolo, l'abitudine di beccare le bottiglie di latte aperte sulla soglia delle abitazioni per accedere più facilmente alla crema.

Via | University of Oxford
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail