Nuove e-bike ARĪV di GM: Meld e Merge

Scopri le e-bike ARĪV di GM, che sfruttano l'esperienza della casa automobilistica statunitense. Mercati pilota saranno la Germania, il Belgio e i Paesi Bassi.

Le nuove e-bike ARĪV di GM sono disponibili per la prenotazione. Due i modelli attualmente in gamma: la compatta Meld e la pieghevole Merge. Sono proposte innovative, integrate e connesse, che lanciano il marchio GM nell'universo delle biciclette a pedalata assistita. L'abbinamento con l'esperienza nel mondo delle auto può fare la differenza, consegnando un DNA di marca unico.

Le attenzioni iniziali di ARĪV eBikes si stanno orientando su Germania, Belgio e Paesi Bassi, a causa della popolarità delle eBike con batteria agli ioni di litio in quei mercati. I preordini sono disponibili su www.BikeExchange.com.

ARĪV ha usato le capacità e il know-how automobilistico di GM per fissare elevati standard nell'ingegneria dei due modelli. Il motore fornisce potenza e coppia al top del segmento, tenuto conto delle dimensioni. Consente inoltre di raggiungere velocità fino a 25 km/h, con quattro livelli di supporto alla pedalata assistita.

La batteria si giova di standard di sicurezza simili a quelli delle batterie dei veicoli elettrici GM. I ciclisti possono ricaricare l'accumulatore delle ARĪV eBikes in circa 3,5 ore e ricevere fino a 64 chilometri di corsa con un singolo rifornimento energetico. Diversi i componenti di sicurezza integrati su Meld e Merge, come luci a LED anteriori e posteriori e impianto frenante sovradimensionato, per aumentare la potenza di arresto.

Il team di progettazione ARĪV ha combinato la sua esperienza nel settore automobilistico e ciclistico per creare un'eBike innovativa, dal design moderno ed elegante, che risponde alle esigenze uniche dei pendolari urbani. La compattezza dei due modelli rende più pratica la loro fruizione. Una app sviluppata ad hoc permette di monitorare parametri come velocità, distanza, livello della batteria rimanente, livello di assistenza al motore, distanza percorsa e altro ancora. Un attacco Quad Lock consente di fissare in modo sicuro lo smartphone.

  • shares
  • +1
  • Mail