I maschi degli uccelli aiutano nelle faccende domestiche le femmine più carine

Le femmine degli uccelli che vogliono una mano con la prole e le faccende di nido faranno bene ad ornarsi di tutto punto. I maschi, infatti, sono più propensi a dare una mano nell'allevamento e nella nutrizione dei piccoli ed in tutte le altre mansioni pre e post riproduzione se la loro compagna è particolarmente attraente.

Lo dimostra un recente studio condotto dai ricercatori del Konrad Lorenz Institute of Ethology, pubblicato su Frontiers in Zoology. La ricerca è stata condotta analizzando le abitudini riproduttive e la vita di coppia del Cyanistes caeruleus, la cinciarella. L'ornamento femminile, una colorazione caratteristica della corona, risulta determinante nello sviluppo dell'istinto paterno.

Sia i maschi che le femmine delle cinciarelle hanno delle piume particolari sulla sommità della testa capaci di riflettere i raggi ultravioletti. Dopo la nascita dei pulcini, le femmine delle cinciarelle sono state parzialmente imbrattate con sostanze naturali dai ricercatori.

A questo punto i biologi hanno osservato il comportamento dei maschi. I maschi con una compagna privata della tradizionale colorazione della corona andavano meno a caccia per procurare cibo ai piccoli rispetto ai maschi con cinciarelle femmine ancora attraenti.

A non cambiare era invece la propensione dei maschi per la protezione del nido e dei piccoli. Si tratta del primo studio nel suo genere a dimostrare che l'aspetto, più o meno attraente, di un uccello femmina fa la differenza anche nell'istinto paterno.

D'altra parte, le femmine meno attraenti che notavano un calo dell'istinto paterno nei maschi non facevano nulla per compensare le minori attenzioni verso i pulcini. A farne le spese se la mamma è poco attraente sono dunque proprio i pulcini che ottengono meno cibo durante lo svezzamento.

Via | Alpha Galileo
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: