Apicoltura urbana, le api vanno in città e popolano i tetti di Melbourne

Apicoltura urbana ovvero arnie sui tetti in città per creare un nuovo habitat a tutela delle api, sempre più minacciate da inquinamento e degrado ambientale, e diminuire la distanza tra il miele prodotto ed i consumatori. È la vision di Melbourne City Rooftop Honey, associazione di apicoltori australiani che promuove un'apicoltura naturale, km zero ed integrata al tessuto urbano.

Una mission che nasce dalla consapevolezza di un progressivo allontanamento tra i consumatori ed i prodotti alimentari. Un gap sempre più ampio che rischia di snaturare il rapporto dell'uomo con specie animali tra le più vitali per l'equilibrio degli ecosistemi quali sono le api per via del loro ruolo di impollinatori.

Così ogni tetto, che sovrasti un ristorante piuttosto che un bar o degli uffici, si trasforma nell'habitat urbano delle api, colonie selvatiche in difficoltà parzialmente sterminate in primavera ed estate che non sarebbero sopravvissute all'inverno. Si piazza l'arnia, si inseriscono le api e gli apicoltori, i volontari del Melbourne Beekeepers Club, baderanno alla cura ed alla manutenzione quotidiane della colonia. Il Melbourne City Rooftop Honey Project nasce da un'idea di Vanessa Kwiatkowski e Mat Lumalasi. I loro alveari oggi coprono gran parte del centro di Melbourne e dintorni con oltre 50 arnie.


Il miele urbano conserva un sapore eterogeneo perché non viene accorpato o sottoposto a trattamenti con temperature elevate. Tutti gli aromi dei fiori locali vengono così preservati così come le proprietà nutritive del miele, prodotto che vale la pena ricordarlo è un vero e proprio toccasana per l'organismo. Il miele viene infatti utilizzato da secoli per curare, nutrire, idratare, purificare e proteggere.

I cittadini possono sostenere attivamente il Melbourne City Rooftop Honey Project, non solo acquistando il miele o sponsorizzando un alveare, ma anche adottando un'arnia, ovvero mettendo a disposizione il proprio tetto o giardino per offrire una casa in città alle api. L'iniziativa ha riscosso un grande successo tanto che sono oltre 280 le persone in lista d'attesa per partecipare.

Vanessa e Mat sostengono attivamente la messa al bando dei neonicotinoidi. Si può firmare la petizione su Avaaz per chiedere agli USA ed all'Europa di vietare l'uso di questi pesticidi killer per le api.

Nel 2007 le api da miele nel Victoria hanno subito un grave declino con pesanti ripercussioni sulla produzione agroalimentare:

L'impatto potenzialmente devastante di parassiti esotici come l'acaro Varroa rappresenta una minaccia significativa per le api da miele - che in Australia, nello specifico - sono fondamentali per circa il 65 per cento della produzione agricola, prevalentemente di mandorle, mele, pere e ciliegie. L’obiettivo degli apicoltori è quello di far tornare le api sui tetti della città e nei sobborghi di Melbourne per contribuire a salvare la specie dalle varie minacce di malattie e di insediamenti umani, che nel corso degli anni hanno provocato il suo drastico declino.

Via | Melbourne City Rooftop Honey; Comunicato Stampa
Foto | Melbourne City Rooftop Honey su Facebook

  • shares
  • Mail