Videochat per oranghi

Orango, Gli Oranghi del parco di Apenheul, vicino Apeldoorn, nei Paesi Bassi, potranno interagire via web con i loro simili del centro di recupero di Samboja Lestari, in Indonesia.

Avranno a disposizione un computer con webcam e potranno offrire cibo a quelli che staranno dall'altra parte dello schermo, dove si aprirà uno sportellino e l'altro orango potrà ricevere l'offerta.

Lo scopo di tutto ciò è favorire l'amicizia, lo scambio "culturale" e, chissà, l'accoppiamento in cattività.

Nel centro di recupero Samboja Lestari, nel Borneo, sono già quasi pronti. Proprio là alcuni oranghi con l'epatite B hanno iniziato a comunicare con altri che potevano vedere solo riflessi in uno specchio; così è nata l'idea delle comunicazioni virtuali.

Gli Oranghi non vocalizzano molto, ma sfruttano l'espressività del volto e la postura per farsi capire. Le offerte di cibo sono un rito sociale basilare. Si è già visto che gli Oranghi son capaci di appredere un comportamento se lo vedono in un filmato trasmesso in TV, quindi il vedersi in uno schermo non dovrebbe essere un limite insormontabile. Si spera in questo modo di far sopravvivere anche la "cultura" degli oranghi.

Gli oranghi di Apenheul stanno in uno dei migliori giardini zoologici del mondo. Hanno a disposizioni veri alberi su cui arrampicarsi e le loro interazioni sociali sono ottime, tanto che quello zoo vanta un tasso di riproduzione in cattività che altri neanche si sognano.
Ai visitatori è permesso entrare nelle zone delle scimmie (chiamarle gabbie è riduttivo, viste le dimensioni). Gli animali possono scegliere liberamente se interagire con le persone o se ritirarsi in alto, tra gli alberi, dove le persone non possono salire. Ovviamente è vietato accarezzarle o dar loro da mangiare.

Il centro Samboja Lestari è nuovo ed, essendo diretto da un olandese, è stato abbastanza facile far partire questo progetto di collaborazione. Dopo la Cina e l'India, i Paesi Bassi sono i maggiori importatori al mondo di olio di palma. Le piantagioni di palme stanno soppiantando la foresta in cui vivono gli oranghi.

Il progetto dovrebbe partire già alla fine di quest'anno. Manca ancora da costruire un PC a prova di orango e da sviluppare il software adatto (qualcuno di voi ha mai progettato una interfaccia grafica che risponda alle intuizioni di un orango?).

» Il giardino zoologico di Apenheul (in olandese, inglese e tedesco)

  • shares
  • +1
  • Mail