Muri che conservano l'acqua

Pareti che cnotengono acqua

Immaginate un edificio sotto la pioggia: l'acqua scivola via dal tetto lungo le grondaie e finisce nelle fogne cittadine. Immaginate adesso di raccogliere quest'acqua e immagazzinarla nelle pareti esterne grazie a dei sacconi di plastica.

Lo scopo dell'operazione è quello di termoregolare l'interno dell'edificio in climi caldi. Usi alternativi possono essere, ad esempio, l'utilizzo da parte dei vigili del fuoco, o l'utilizzo in scuole o edifici pubblici come acque grigie.

L'architetto Virginia San Fratello ha vinto 10.000 Dollari per questa idea "ecologica" all'edizione del 2006 di Next Generation e li sta già impiegando per realizzarne un prototipo. Il 15 settembre si apriranno le iscrizioni per il concorso del 2007. Il tema scelto per questa quarta edizione e' "l'energia: uso, risparmio, esaurimento e alternative."

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: