Halloween più arancione che verde

bilancio della festa dei morti

Ho sentito ieri al Tg che in Italia il giro d'affari intorno ad Halloween cala. Ad essere precisi dicevano che si dimezza ogni anno.

A me è sembrata una ottima notizia, significa che la gente compra meno stupidate come pipistrelli di plastica e cappelli da strega di velluto. Le previsioni parlavano di 260 milioni di Euro che gli Italiani prevedevano di spendere, specialmente in feste e pranzi. Ecco, preferisco di gran lunga sentire che i soldi vengono spesi in cibo e divertimento che in stupidatine acchiappapolvere.

Non che sia contraria alla festa (anzi, auguro a tutti i neocelti un buon anno nuovo), ma mi fa un po' ridere vedere come una antichissima festa europea sia stata trasformata negli USA e poi importata come fosse nuova. Ho festeggiato lavorando: avevo in testa un cappello di feltro fatto a mano e ho passato due pomeriggi, fuori da una libreria, ad offrire mele ai bambini. Nessuno di loro ha accettato la mia bella mela rossa. Spero che fosse perché sembravo la strega di Biancaneve e non perché i bambini di oggi mangiano solo merendine.

Se proprio non resistete e volete assolutamente decorare il giardino... l'anno prossimo ricordatevi che ci sono le zucche a pannelli fotovoltaici.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: