Pecoraro sa come evitare i blackout in Europa

Pecoraro Scanio commenta il blackout europeo"La produzione diffusa e l'implementazione delle energie rinnovabili rappresentano la vera risposta alla sicurezza energetica". Lo afferma in una nota Alfonso Pecoraro Scanio, ministro dell'Ambiente, commentando il blackout che ha interessato parte dell'Europa e varie regioni italiane nella notte tra sabato e domenica.

Che si dovesse puntare alla generazione diffusa e capillare lo diceva ieri anche il responsabile tedesco della rete di distribuzione dell'energia, forte dell'esperienza di un Paese, la Germania, che investe già da decenni nella generazione diffusa, aiutando i suoi cittadini ad essere energeticamente autonomi.

Oggi, sulla Stampa leggo che il fattore scatenante "Potrebbe essere legato alla chiusura per mezz'ora di una linea ad altissima tensione in Bassa Sassonia per permettere il passaggio in sicurezza di una nave", spiega l'E.On, il colosso energetico tedesco. Un'operazione ordinaria che si è verificata, secondo questa ricostruzione, in un momento di sovraccarico della rete a causa del freddo di questi giorni.

Sul CorSera, leggo che "secondo il ministero regionale dell'Energia del Nordreno-Vestfalia un contributo al blackout è stato dato anche dagli impianti di produzione dell'energia eolica. Quanta più corrente viene immessa dagli impianti eolici, tanto più va ridotta la quota proveniente da altre fonti, ha detto un portavoce del ministero a Duesseldorf."
Ok, non si possono spegnere le centrali nucleari quando si alza il vento, ma per favore, spalate un po' meno carbone nelle altre!!!

Pecoraro conclude: "I rischi di blackout dimostrano che è necessario seguire la strada nell'innovazione in materia energetica, innovazione che deve necessariamente passare per politiche che incentivino il risparmio energetico e puntino decisamente sulla produzione diffusa e sulle fonti di energia rinnovabile".

Ministro, faccia che queste non restino solo belle parole, ok? Specialmente la parte sul risparmio energetico, perchè ci sembra che non venga preso troppo sul serio dai suoi colleghi, che ci sembrano allergici al solo pensiero del "risparmio".

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: