Creme solari: perché preferire cosmetici biologici

Scritto da: -

Il sole ci fa bene ma bisogna anche proteggere la pelle dalle scottature sopratutto quelle dei fototipi più sensibili e dei bambini. E allo stesso tempo evitare di nuocere alla nostra salute e di inquinare mare e sabbia con prodotti chimici che ci spalmiamo addosso.

Come far quadrare il cerchio? Con i cosmetici biologici e esistono anche creme solari ottenute da materie prime biologiche e naturali che assolvono benissimo alla loro funzione di filtro solare.

Le creme solari sono dei filtri che ci aiutano a creare una barriera difensiva sulla nostra pelle e a proteggerla dai raggi UVA e non solo dai raggi solari UVB. Se questi ultimi sono principalmente responsabili dei colpi di sole i primi gli UVA penetrano più profondamente nella pelle e possono causare anche danni irreversibili, quali l’invecchiamento precoce e il melanoma. La Commissione europea con il Colipa (The European Cosmetics Association) raccomanda protezione dai raggi solari attraverso filtri cosmetici che abbiano almeno un indice di protezione pari a un terzo del fattore di protezione solare (FPS); il secondo criterio riguarda la lunghezza dell’ onda critica che deve essere superiore o eguale a 370 nm.
Quando questi criteri sono rispettati i filtri solari in commercio espongono il logo specifico: protegge dagli UVA.

Il mondo dei cosmetici biologici non prevede l’uso di filtri solari chimici che entrano in funzione mezz’ora dopo essere stati applicati e che possono interferire anche con il nostro sistema endocrino e responsabili anche della distruzione delle barriere coralline.

I cosmetici bio, di contro non contengono materie prime OGM, parabeni, siliconi e ogni derivato dell’industria petrolchimica.I filtri solari usati sono di origine minerale e di dimensioni piccolissime. Le nanoparticelle però di molti filtri meccanici come il diossido di titanio sono sotto accusa perché secondo ricerche scientifiche americane sarebbero cancerogeni.

Dunque la migliore soluzione restano i solari biologici di provenienza dai mercati equosolidali, senza filtri minerali e a base di erbe e olii come il karité, l’olio di cocco, l’olio della noce dell’Amazzonia che contengono tutti filtri solari naturali.

Ma per far si che questi filtri siano efficaci occorre anche avere un comportamento responsabile se si decide di prendere il sole:

  1. Evitare di esporsi al sole tra le 11 e le 16 in estate periodo in cui l’irraggiamento è più forte;
  2. Esporsi al sole gradualmente aumentando di giorno in giorno il tempo di esposizione sopratutto se si ha una pelle particolarmente chiara e sensibile;
  3. Non esporre direttamente i bambini e proteggerli con cappelli, magliette e occhiali da sole;
  4. Non esporre mai un neonato direttamente al sole;
  5. Asciugarsi bene la pelle prima di esporsi al sole poiché la pelle bagnata è più permeabile ai raggi solari;
  6. Utilizzare prodotti solari adatti al proprio fototipo e con fattore di protezione adeguato.

Via | Bio Addict
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.76 su 5.00 basato su 17 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Creme solari: perché preferire cosmetici biologici

    Posted by: sydneyblue120d

    A quanto mi risulta i solari più efficaci ed efficienti in circolazione dovrebbero essere quelli col Mexoryl, più che quelli "bio" o similari. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Creme solari: perché preferire cosmetici biologici

    Posted by: sydneyblue120d

    A quanto mi risulta i solari più efficaci ed efficienti in circolazione dovrebbero essere quelli col Mexoryl, più che quelli "bio" o similari. Scritto il Date —