Nuove reti per i gamberetti

gamberetti appena pescatiLa FAO dice che per ogni chilo di gamberetti che viene pescato, muoino 20 chili di altri pesci, che finiscono per sbaglio nelle reti. La FAO stima che tre quarti delle zone di pesca sono ormai state sfruttate oltre il limite di rigenerazione, o poco ci manca.

In Paesi come le Filippine, dove il pesce costituisce il 50% dell'apporto proteico per la popolazione e i rischi di restare "a secco" sono enormi, il governo ha deciso di adottare i Bycatch Reduction Devices, ovvero dei dispositivi nelle reti che consentono ai pesci di salvarsi.
Alcuni di essi selezionano i pesci, impedendo a quelli troppo grossi di entrare e aiutando quelli piccoli ad uscire.

Altri sono fatte in modo che i pesci "intelligenti", ovvero quelli che quando finiscono in una rete si guardano attorno, prima di incastrarsi, possano trovare le finestre di uscita, magari aiutati da inviti specifici. Infine ci sono i TED (Turtle Excluder Device) che sono costituiti da una griglia che le tartarughe e i pesci di dimensioni superiori ai 10 cm possono aprire.

L'uso dei BRD e' ben visto dai pescatori, che perdono meno tempo a selezionare il pescato, e, ovviamente, dai conservazionisti, che temono per il futuro dei pesci. In Messico li usano già, e ne sono soddisfatti.

via | BBC

» Aboard shrimp trawlers, a quiet revolution

» FAO partnership nets award for work on shrimp farming

» Shrimp farming on the wikipedia

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: