Riciclare i regali di Natale

che fare dei regali di Natale brutti o inutili?I regali di Natale vi hanno deluso?
Fino a qualche anno fa i più previdenti si annotavano diligentemente su un quadernino segreto (o mimetizzato da pro memoria per inviare biglietti di ringraziamento) l'accoppiata oggetto e donatore, in modo da poter poi riciclare il regalo destinandolo a qualcun altro senza rischiare figuracce.

Quest'anno pare che la gente stia facendo largo uso di e-bay per monetizzare i regali sgraditi e si parla di 88.000 regali sgraditi, non pochi, direi!
In particolare maglioni, cravatte e pigiami, soprammobili e (purtroppo) libri. (Purtroppo perché i libri sono belle cose, peccato che chi sceglie il libro non sempre riesce ad azzeccare gli interessi e i gusti del destinatario)

Da una ricerca di Reserch International salta fuori che gli uomini rivendono, mentre le donne offrono in beneficenza quello che non vogliono tenere. La maggior parte delle persone però si tiene anche gli oggetti che non usa, accumulandoli in casa in attesa di ispirazioni.

L'idea di disfarsi del vecchio, del rotto e dell'inutile in questo momento dell'anno è antica. Ormai non si buttano più gli oggetti dalla finestra, ma il concetto di lasciar spazio al nuovo, alla primavera, è sempre lì. Trovo molto carino il trasformare questa "purificazione" del proprio spazio vitale in un atto intelligente, non in una ulteriore produzione di rifiuti. Voi quale strategia usate? Rivendete, ri-regalate, buttate via, mettete da parte, offrite in beneficenza o che altro?

via | IGN

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: