Sacrificati per i biocarburanti

Biodiesel fatto dalla colzaQuanto spazio siamo disposti a destinare alla produzione di biocarburanti?
Ce lo siamo chiesto più volte, e non siamo i soli. Leggo su Leonardo che "se anche tutto il mais prodotto in un anno negli USA fosse destinato alle bioraffinerie e sottratto alla filiera alimentare, l'etanolo risultante basterebbe a soddisfare appena il 12 per cento della domanda di benzina del Paese.

A questo punto le grandi superpotenze si vedrebbero "costrette" ad attingere risorse agricole dai paesi "più poveri", sottraendo loro cibo e le poche riserve idriche presenti nel sottosuolo, scatenando inevitabili nuove tensioni internazionali.

Al momento, l'opzione "verde" più competitiva è probabilmente la cellulosa, la fibra legnosa da cui è possibile estrarre etanolo per fermentazione batterica. Secondo il Department of Energy statunitense, nel 2030 la cellulosa potrà fornire il 30 per cento del carburante utilizzato nei trasporti; ma si rischia inevitabilmente di finire al "disboscamento totale" con gravi ripercussioni sulla vita e sul clima dell'intero Pianeta."

Gente, non so voi, ma a me e' venuto un brivido lungo la schiena...

» Biodiesel negli USA

» Dar da mangiare alle auto

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: