L'olio di palma non e' "bio"

Olio di palma e biocarburantiLeggo sul manifesto una protesta contro l'uso del prefisso "bio" prima della parola carburanti. In particolare l'articolo esamina quanto poco ecologica sia la produzione di carburante dalle palme in Indonesia.

Il prefisso bio e' di moda, evoca salute ed ecologia perché nel campo alimentare i prodotti devono superare una serie notevole di controlli e certificazioni prima di potersene fregiare. La gente ha una buona opinione del "bio". I bio-carburanti non sono "bio" come le patate, sono bio in quanto prodotti da materia vivente, non fossile.

La palma da olio ha un rendimento energetico superiore a ogni altra specie vegetale usata per produrre olii e questo ne fa una derrata privilegiata nel mercato dei biocarburanti. Se ne fanno anche saponi (palmolive, tanto per fare un nome).

Le palme da olio vengono coltivate in Indonesia in terreni che una volta erano foreste, poi degradate e classificate come "territori da valorizzare". Oggi la coltivazione della palma da olio e' la minaccia maggiore per le foreste di Sumatra e del Borneo e per le popolazioni locali che vedono i loro territori tradizionali ceduti dal governo alle società del business della palma. Le popolazioni locali subiscono anche tutto l'impatto dell'inquinamento chimico legato alla coltivazione delle palme. Di "bio" non resta molto.

L'olio di palma non è «energia verde» sul Manifesto

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: